Butterflight & Undecimo design

butterflight_01

Era tempo, troppo, che penzolava in camera mia, a centrovolta, un cavo elettrico nero, un portalampada e una lampadina da 100W. Indecorosa e sguarnita, la camera necessitava un bel lampadario. Quale? Requisiti: integrazione con l’ambiente, di design, rigore ma leggerezza e voluttuosità. Trovato!

«Chiamo Cristina e acquisto una sua lampada!» mi sono detto. Perfetta, la lampada con le farfalline faceva a caso mio… e poi perché regalare soldi ad un designer famoso ma sconosciuto?

Cristina Cordeschi con Andrea Lace sono undecimo design. Si sono impallinati sul taglio laser di lamiere metalliche e il nome del loro progetto deriva dalla precisione delle macchine a controllo numerico: 1/10mm, un decimo di millimetro. Appunto.

Insieme alla mia fantastica lampada, la Butterflight, hanno ideato una serie di complementi di arredo e oggetti di design. Visitate il loro sito-blog: http://www.undecimodesign.blogspot.com

Ho montato la Butterflight e le farfalle hanno preso il volo in camera mia.

Mi piaaace! MiaO!

p.s. carissimi aspetto la coppiglia con diametro più grosso!

letto_farfalle_web

Su! Su! Butterflight nella mia camera da letto… non guardate le altre lampade (Artemide – Time&Space – design Karim Rashid e Flos – Miss K – design Philip Stark)

Remy Jungerman

remy_jungerman_giancarlo

Remy Jungerman è un artista nato in Suriname nel 1959.

Le sue opere sono nella maggior parte dei casi delle installazioni che esplorano il mondo controverso della comunicazione e delle apparenze distorte dalla contemporaneità.

Il 7 novembre del 2003 io, Gianluca e Simona lo abbiamo conosciuto ad Artissima. Remy esponeva per la galleria LUMEN TRAVO di Amsterdam http://www.lumentravo.nl

È stato un incontro molto divertente, eravamo davanti al Pick Up dove doveva svolgersi la festa ufficiale di Artissima, rivelatasi poi una bufala. Remy nella sua incontenibile freschezza da ventenne voleva divertirsi a tutti i costi, così l’abbiamo scorazzato per Torino: Rockcity (chiuso), Drogheria e poi all’ultimo il Giancarlo dove Remy si è lanciato nelle danze più sfrenate. «Ciao caro amico Remy».

Questo è il suo sito ufficiale http://www.remyjungerman.com