1000 eco design

1000 eco design

di Rebecca Proctor

Logos, Modena 2009

352 p. : ill. ; 25 cm

1000_eco_design

Recensione del libro

Viviamo in un mondo in cui la cultura del design acquista sempre più importanza agli occhi di una clientela attenta ad avere oggetti dall’aspetto estetico particolare e progettato con cura.

Oggi è necessario e indispensabile dare un valore aggiunto alla progettazione e al design: la sostenibilità ambientale. Un valore di cui sia i progettisti che gli acquirenti vanno fieri; un valore da cui partire per scrivere un libro.

1000 eco design presenta un considerevole numero di oggetti di design accomunati da uno stesso principio: l’ecologia.

Arredamento, lampade, cucina e bagno, tessuti, accessori decorativi, stoviglie da tavola, pareti e pavimenti, prodotti, giardino, bambini: queste le categorie entro cui sono raggruppati e classificati i progetti presentati da Rebecca Proctor.

E’ molto interessante vedere come ogni progetto interpreti e applichi in maniera diversa e originale il concetto di ecologia: ecologia è basso consumo energetico, ecologia è riuso di oggetti dismessi, ecologia è un prodotto riciclato e/o riciclabile… E infatti, accanto ad ogni progetto presentato, vengono indicati, tramite una simbologia grafica, le caratteristiche di compatibilità ambientale del progetto: bassa generazione di rifiuti, basso consumo energetico, atossico, biodegradabile, da commercio equo, da risorse correttamente gestite, di provenienza locale, riciclabile, riciclato.

Mille progetti presentati, per ogni progetto una foto e poche ma efficaci righe che ne spiegano la sostenibilità e l’etica, ed infine, elemento assai utile, il sito internet del progettista: una sorta di manuale di consultazione rapida ed efficace, sintetico e immediato, dell’eco-design degli ultimi anni.

Gps Drawing

gps_drawing

Il gps è uno strumento per rilevare la propria posizione sulla superficie terrestre. Spostando lo strumento vengono rilevati una serie di punti: un tracciato. Il percorso memorizzato in file vettoriali compone normalmente un disegno astratto, ma muovendosi consapevolmente il gioco è fatto.

Jeremy Wood, artista londinese, è stato il precursore, ha iniziato la sua pratica di disegnatore senza matita. Il sito http://www.gpsdrawing.com raccoglie le sue esperienze: disegni effettuati sulla superficie terrestre, su terra, in cielo (3d), in mare e altri esperimenti scaturiti dalla manipolazione dei file.


Gli aspetti e le sfaccettature del gioco sono molteplici, qui di seguito alcune possibili pratiche e considerazioni:

  • decido il disegno e lo eseguo;
  • la mia pratica urbana, sportiva, di movimento forma dei tracciati interessanti, li osservo;
  • decido un disegno e per realizzarlo percorro la città (possibile regola di una deriva urbana);
  • manipolo il segnale, lo coloro, inspessisco il tratto in base alla velocità, etc;

Anch’io (Alessandro) ho disegnato quasi un cerchio perfetto.

Nel mio viaggio in Austria ho visitato i Gazometer e ho disegnato questo…

gps_drawing_cerchio_gasometri


Artisti e contributors

Mappe

mappe

Carte, mappe, atlanti, immagini satellitari, incisioni sono utilizzate per indicare percorsi, posizionare elementi, progettare, delimitare, georeferenziare. Per ogni messaggio, ad ogni strumento corrisponde il più appropriato supporto grafico.

L’impatto visivo è fondamentale: la mappa deve contenere informazioni facilmente leggibili e contestualizzate nel loro intorno (vedi gis).

mappe_google

L’avvento di google mapsgoogle earth ci ha donato un supporto di georeferenziazione agevole ma al contempo difficilmente navigabile. Molti strumenti in internet quali forum, wiki, blog possiedono plug-in che georeferenziano l’informazione, ma la loro trasposizione sulla mappa è alquanto impersonale. Ad ogni messaggio il suo mezzo, la sua carta.

mappe_esempi

Un tempo si chiamavano disegnatori o semplicemente si stilizzava lo spazio perché contenesse delle indicazioni che dovevano essere comprese da tutti o create ad hoc per tipologie di utenti quali i navigatori (vedi anche Mappe Astratte)

mappe_stilizzata

Oggi ci chiamiamo tutti internauti ma non per questo dobbiamo essere tutti omologati ad un unico supporto google.

mappe_maps_book

Fonte immagini: AA.VV., MAPS The Agile Rabbit Book of Historical And Curious Maps, 2004, Pepin Press, ISBN: 9057680513


Cartografia Resistente la pensa come me:

http://cartografiaresistente.org/twiki/bin/view/Main/PercheNonGoogleMaps

Francesca Biasetton

Illustratrice e calligrafa

eco_te1304

Incontri fonte: http://www.biasetton.com/pag/ita/eco_006_01.htm

Francesca Biasetton è una illustratrice e calligrafa o come si definisce lei un’illustratrice con la malattia dell’alfabeto, ma anche una calligrafa che ama le figure.

IZMO è “entrato in contatto” con Francesca Biasetton.

L’incontro è avvenuto in concomitanza con la pubblicazione del comunicato stampa “Le conseguenze della PASSIONe”. In buona fede avevamo preso la scritta Passion dello slogan Passion lives Here delle Olimpiadi invernali di Torino 2006 http://www.torino2006.org.

Giustamente Francesca in quanto autrice dello slogan calligrafico dei XX Giochi Olimpici Invernali Torino 2006 ci ha “ripreso”. Noi abbiamo prontamente modificato il volantino sul nostro sito http://lnx.gruppo-sfera.com/sito/home/article.php3?id_article=60.

Cosicché… l’abbiamo “conosciuta” e visitando il suo sito abbiamo molto apprezzato il suo lavoro.

Purtroppo, come dice lei, “una professione non molto conosciuta, tanto che molti non si rendono conto o semplicemente non sanno che dietro una scritta fatta a mano c’è una persona che l’ha realizzata”” .

Ora sappiamo chi è, come e cosa fa. Speriamo di poter lavorare insieme, come a lei piace: collaborare con professionisti di altri settori su progetti diversi, che mettono alla prova la sua fantasia.

Buon lavoro a tutti.

visitate il suo sito:

http://www.biasetton.com

Modelli 3D

oggetti e mobilio virtuale

render_appartameto_alba

render di Alessandro

Noi caddisti incalliti necessitiamo di oggetti 3d. Obbligati a creare ambienti virtuali, volumi e spazi asettici, vogliamo ingentilire gli ambienti vettoriali con un fiorellino, un divano, un poggiapiedi. Mesh, nurbs, booleani che ci importa? Ne vogliamo tanti.

Iniziate da qui:

http://www.e-interiors.net

http://www.stylepark.com

http://www.turbosquid.com

http://www.3dcafe.com

http://www.mr-cad.com

http://www.cad3000.it

http://www.digitaldreamdesigns.com

http://www.archiradar.com

http://www.archibase.net

http://www.amazing3d.com


Un tempo esistevano solo oggettini orripilanti disegnati da cadder generosi oppure “op op din din din” si potevono acquistare magnifici oggetti 3d plasmati da esperti assoldati da società di grafica. (l’unica che mi viene in mente ora è http://www.deespona.com)