Summer Schools

summer_schools

Reduce da due summer school non posso che dichiararmi estremamente soddisfatto per il loro valore formativo e ludico. Le summer school che ho frequentato quest’estate sono molto diverse come impostazione: Helsinki very international, Ivrea all’italiana; non aggiungerei altro.

L’intento di quest’articolo è quello di raccogliere gli indirizzi web delle scuole; purtroppo su internet non ho trovato un elenco esaustivo. Spero che gli avventori di questa pagina possano aiutarmi segnalandole alla nostra mail: associazione@izmo.it

Inoltre, il giorno che qualcuno volesse organizzare una summer school, riporto alcune osservazioni – personali, gli ingredienti per una buona riuscita:

  • periodo luglio – agosto
  • durata 2-3 settimane con week-end libero
  • dimensione internazionale
  • basso costo di iscrizione
  • città di interesse turistico
  • offerta vantaggiosa di alloggio e vitto
  • organizzazione di esperienze ludiche
  • divulgazione e promozione efficace
  • calendario, tempi e organizzazione del lavoro molto precisa
  • preciso argomento e obiettivo di studio-lavoro
  • lezioni e laboratori
  • professori di alto profilo
  • pluralità di insegnamento e punti di vista
  • pluralità di mezzi didattici: cinema, fotografia, strumenti elettronici
  • divisione tra organizzazione, amministrazione e docenza
  • dibattito e scambio con i professori
  • tempo libero a disposizione degli studenti
  • studenti e professori devono rimanere in contatto, in rete
  • offerta di occasioni e opportunità lavorative e di ulteriore formazione

Elenco summer schools

In ordine casuale: url – città – principali tematiche

Elenco delle organizzazioni

organizzazione_croce_rossa

In una società sempre più competitiva anche il mondo culturale ne risente e deve inventare nuovi strumenti per riorganizzarsi; forse è solo un`impressione personale, ma noto un prograssivo crescere di reti informatili e non che cercano alleanze e nuove strategie per superare una certa dimensione internzionale e diventare soggetti attivi. Un esempio in questo senso sono i network europei.

Ecco un elenco non ragionato di Organizzazioni pubbliche e private che si occupono a titolo differenti di politiche artistiche, culturali, finanziamenti, diffusione delle informazioni e via dicendo…

  • http://labforculture.org Ultimo nato si propone come rete europea per la cultura. Le informazioni contenute sono molto interessanti e facilemnte navigabili. Si trovano notizie su finanziamenti, fondazioni, artisti, esempi di progetti, da notare la parte di comunità con un forum e la possibilità di aprire il proprio blog
  • http://www.apre.it Agenzia itliana per la promozione della ricerca europea. Si occupa di facilitare e diffondere in italia i progetti e i bandi di ricerca europei in tutte le discipline previste dalle line di azione comunitarie. La newsletter fornisce importanti e aggiornate informazioni sull`uscita di bandi, conferenze convegni.
  • http://www.antennaculturale.it L’Antenna Culturale Europea è lo sportello informativo italiano per il programma Cultura 2000 della Commissione europea – Direzione generale istruzione e cultura .

Mondi virtuali

mondo_virtuale

Da tempo mi interrogo sulla relazione esistente (o che potrebbe esistere) fra mondo reale e mondo digitale (con la parola digitale intendo ciò di immateriale con cui ci relazioniamo quotidianamente: immagini, trasmissioni televisive, suoni, internet, …). Vorrei capire quali possibili legami esistono fra questi due mondi, ad esempio le tecnologie elettroniche che hanno permesso una miniaturizzazione rendono internet accessibile in modo sempre più diffuso e ramificato, se cambiamo il punto di vista questo fenomeno è già una rappresentazione di una interconnessione fra reale e digitale, ma il paradigma usato non cambia (cambiano il numero di persone coinvolte e i luoghi). Una tendenza rilevata negli ultimi mesi parla invece di veri e propri mondi tridimensionali in cui si può dare vita ad un personaggio virtuale di se stessi. In questo caso il legame fra i due mondi cambia completamente meccanismo, grazie anche ad una serie di invenzioni commerciali come la possibilità di usare dollari veri per cambiarli in dollari virtuali del proprio personaggio e con questi acquistare virtuali jeans di una reale company: la Levis.

Vi segnalo tre di questi nuovi mondi:


A distanza di alcuni mesi trovo un bellissimo articolo  sui mondi virtuali su Tafter.it